La migliore distribuzione GNU/Linux

Ci si domanda spesso quale sia la migliore distribuzione GNU/Linux. In quest’articolo vi svelerò questo segreto.

Lo scopo di quest’articolo esula quello di stilare un elenco completo di tutte le distro esistenti al mondo o di descrivere tutte le caratteristiche di una distro in particolare; quanto segue sono le mie opinioni personali, nè di più, nè di meno.

Fatta questa premessa, iniziamo col dire che ci sono tantissime distro e proprio perchè l’assortimento è vasto, può essere arduo sceglierne una. In linea generale, non esiste una distro “migliore” di un’altra; dipende tutto dalle nostre esigenze. Ogni distro infatti si concentra su caratteristiche specifiche. Bisogna provare per rendersi conto di cosa fa per noi.

Personalmente, voglio che il mio ambiente di lavoro sia pratico, sicuro e veloce, lontano da distrazioni e banalità, pronto a resistere ad un uso intensivo e prolungato nel tempo. Preferisco lavorare con il software libero. Ho dunque scelto di concentrarmi su questi aspetti, considerando il resto come un optional. Negli anni ho testato diverse distribuzioni, ma per quanto mi riguarda, ad oggi, nessuna ha tenuto gli standard di Debian GNU/Linux. Per quanto concerne l’ambiente grafico, ho preferito Xfce per la sua semplicità che ricorda tra l’altro il buon vecchio GNOME 2.

Alcuni contro da valutare

Anche se Debian è per me la migliore distribuzione GNU/Linux, l’esperienza mi insegna a non lasciarmi prendere troppo dagli entusiasmi. Vi elenco per tanto quelli che secondo me sono alcuni contro da valutare, anche se alcuni punti non riguardano solo Debian.

Nonostante la versione stable di Debian sia ragionevolmente stabile, poche cose nella vita sono sicure; questo significa che nessun sistema operativo potrà mai garantirvi di essere esente da bug e malfunzionamenti. D’altro canto, i bug una volta segnalati sono risolti nel giro di poco tempo.

Se siete completamente nuovi a GNU/Linux, Debian potrebbe non essere abbastanza user-friendly per voi. Molte operazioni restano disponibili solo da terminale. Debian è ben lontano dall’essere un sistema operativo di massa, almeno per quanto riguarda i personal computer. È invece molto conosciuto ed apprezzato in ambito server.

“Da grandi poteri derivano grandi responsabilità”. I sistemi GNU/Linux consentono il controllo totale della macchina mediante l’accesso al sistema come amministratore, ma questo potrebbe esporvi ad errori, talvolta anche irrimediabili. Errare è umano, ma purtroppo il terminale non la pensa come noi e si limita ad eseguire le vostre istruzioni. Quando vi loggate da amministratore nel terminale mediante i comandi “sudo” oppure “su”, assicuratevi di essere mentalmente nel pieno delle vostre facoltà mentali, “pensare prima di digitare”. Se avete alzato troppo il gomito, se avete la luna storta, se vi è appena morto il gatto, evitate di mettervi alla guida ed aggiungerei, evitate l’accesso come amministratore. In linea di massima, evitate di loggarvi da amministratore se non per operazioni strettamente necessarie, come la manutenzione e l’aggiornamento del sistema.

Nonostante siano disponibili oltre 59.000 pacchetti, potreste non trovare il software di cui avete bisogno. Se inoltre usate il computer per il gaming e sperate di trovare un software dalla grafica incredibilmente realistica, resterete presto delusi. Se non avete troppe pretese e riuscite a compiacervi con giochi tipo puzzle, sudoku e quant’altro allora non dovreste avere grossi problemi. A me annoiano. Un’eccezione è FlightGear Flight Simulator, anche se non è propriamente un videogame, come suggerisce il nome è un simulatore di volo. Se il vostro sogno è sempre stato quello di pilotare un aereo, ma non avete conseguito la licenza di volo, potete comunque provare l’emozione di volare almeno una volta nella vita.

I rilasci di Debian stable sono lenti, potreste usare del software troppo datato e carente di nuove funzionalità. Molti ritengono sia esagerato installare una stable su un personal computer, individuando nella testing una via di mezzo tra la stable e Sid. Siamo nel campo delle opinioni personali. Ai miei cari lettori sento di consigliare la stable. Poi se si ha la necessità di aggiornare un software specifico, si può pur sempre scaricare un backport del software che ci interessa aggiornare.

La controversia filosofica tra Debian e la Free Software Foundation

La Free Software Foundation non supporta Debian e tante altre distribuzioni famose [1]. Comunque, vale la pena ricordare che le versioni ufficiali di Debian dalla versione 6.0 “Squeeze” non contengono alcun tipo di software proprietario preinstallato e nella maggior parte dei casi sono perfettamente funzionanti “out-of-the-box”. Proprio perchè le versioni ufficiali di Debian non contengono software proprietario, molto probabilmente alcune periferiche come la scheda Wi-Fi non funzioneranno senza l’ausilio di driver proprietari. Debian lascia la scelta all’utente se installare o meno il software proprietario.

Anche quest’articolo è giunto al termine. In ogni caso, è possibile provare Debian senza installarlo sul proprio computer provando la versione live. Si raccomanda di scaricare l’ISO solo dalle fonti ufficiali [2] e di assicurarsi dell’integrità del file scaricato.

Fonti

  1. https://www.gnu.org/distros/common-distros.it.html
  2. https://www.debian.org/distrib/index.it.html

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *